Edilizia e ristrutturazioni green, la natura in casa

Gli obiettivi più moderni del mondo della ristrutturazione edilizia comprendono il lato più green del suo progresso, quello legato al rispetto della natura e dell’ottimizzazione delle risorse disponibili in maniera tale da ridurre consumi e impatto ambientale. Un campo caratterizzato da uno sviluppo e un interesse sempre maggiore, oggetto di una percentuale sempre maggiore di investimenti, mostrando un nuovo approccio al settore, quello che vede il patrimonio abitativo come parte di un tutto più vasto.

Il primo passo consiste nell’analisi della spesa energetica, riqualificandola e riducendola, con ovvi miglioramenti in termini ecologici ed economici. Il secondo comprende la riqualificazione degli edifici degradati, che siano questi disabitati o meno, in maniera tale da ridurre l’impatto con l’ecosistema e ottimizzando le spese e i tempi. Infine anche i materiali hanno la loro parte, poiché quelli del futuro dovranno essere a chilometro zero, recuperabili e trasformabili.

La digitalizzazione dell’edilizia, grazie allo sviluppo del BIM, Building Information Modeling, è un passaggio sempre più concreto, che prevede lo sviluppo di nuovi software che, integrati con dispositivi di geolocalizzazione, ottimizzeranno la spesa e l’investimento economico ed ecologico. Di pari passo proseguono gli studi che comprenderanno lo sviluppo di nuovi materiali di lavoro, come il Biogel, capace di fungere non solo da collante rigorosamente green ma anche da isolante, consentendo un grande risparmio in termini di impianti di condizionamento.

Molti edifici moderni presentano classi energetiche tra le più alte, tuttavia sin dal Dopoguerra la situazione dei centri abitati italiani era molto critica da questo punto di vista. È pertanto comune che il primo lavoro di ristrutturazione che ci si trovi a effettuare, in particolare presso abitati abbastanza datati, sia la loro riqualificazione energetica. A tal riguardo il Governo Italiano ha prorogato fino al 2021 l’Ecobonus per i lavori di ristrutturazione eco-friendly, capaci di offrire una detrazione fiscale pari fino al 65% della spesa totale, percentuale che può salire di 10 punti se riguardante tutto il condominio. Serramenti capaci di soddisfare i requisiti delle case a basso consumo energetico, impianti di riscaldamento legati a fonti rinnovabili, sistemi di cappotto termico come il Biogel, sono il futuro della ristrutturazione edilizia moderna.

Clicca qui per scoprire di più.